“Il dado è stato gettato”. Ultimo esame per la squadra Juncker

Sono iniziate il  29 settembre  le audizioni dei 27 commissari da parte del Parlamento europeo. Se il giudizio sarà positivo dal 7 di ottobre sapremo con certezza i componenti della nuova Commissione che resterà in carica per i prossimi 5 anni.

  La Commissione europea, con sede a Bruxelles,  è l’organo esecutivo dell’UE. Attualmente l’istituzione è presieduta dal portoghese  José Manuel Barroso che lascerà la carica il 31 ottobre 2014 .

   Ai sensi del trattato di Lisbona, la Commissione europea è costituita da un rappresentante di ciascuno Stato membro. La nuova Commissione sarà dunque composta da 28 membri: un presidente e 27 commissari, ciascuno competente per un portafoglio particolare.

    Anche il nuovo collegio dei commissari, come quello precedente, verrà sottoposto al voto di approvazione del Parlamento europeo prima di prendere in modo ufficiale la carica.

    Il processo è stato avviato dal Consiglio europeo che ha nominato per il nuovo mandato  il lussemburghese Jean Claude Juncker che è riuscito ad ottenere la maggioranza dei membri del Parlamento europeo. Il compito immediato del nuovo Presidente era di eleggere  i commissari e i rispettivi portafogli tra i candidati presentati dai paesi dell’UE. Tra questi riccordiamo   l’italiana Federica Mogherini scelta sia per la carica di Alto rappresentante per la politica estera e la sicurezza (PESC) (sostituisce la britannica Catherine Margaret Ashton ) sia come vicepresidente della Commissione.

Junker ha fatto le sue proposte per quanto riguarda i commissari ma adesso la decisione finale passa al Parlamento Europeo. Sono giornate intense nelle quali tutti i candidati devono affrontare quest’ultimo esame.

   Le audizioni sono in genere molto severe: Gli europarlamentari mirano a verificare soprattutto la competenza ed esperienza dei candidati, la loro indipendenza, l’abilità politica, l’integrità morale, il rispetto dei “valori condivisi”, l’impegno europeista e l’impegno nei confronti della “missione” loro affidata.

  Una procedura molto difficile e complessa in quanto le competenze attribuite alla Commissione Europea  sono di una notevole importanza.  Infatti questa ha il diritto d’iniziativa nel processo legislativo, cioè la facoltà di presentare proposte legislative sulle quali decidono poi il Parlamento europeo ed il Consiglio dell’UE. Vigila sull’applicazione dei trattati e del diritto dell’Unione sotto il controllo della Corte di giustizia dell’Unione europea. Dà esecuzione al bilancio e gestisce i programmi comunitari. Esercita funzioni di coordinamento, di esecuzione e di gestione, alle condizioni stabilite dai trattati. Assicura la rappresentanza esterna dell’Unione, fatta eccezione per la politica estera e di sicurezza comune e per gli altri casi previsti dai trattati, negozia (secondo i poteri conferitigli dal Consiglio dell’UE) gli accordi fra l’Unione e le organizzazioni internazionali e i Paesi terzi, compresi gli accordi di adesione dei futuri Stati membri, rappresenta la Comunità presso le giurisdizioni nazionali e, a volte insieme al Consiglio dell’UE, presso la Corte di Giustizia dell’UE.

 ec.europa.eu

http://ec.europa.eu/italy/news/2014/20140916_audizioni_commissari_it.htm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...