Droghe. Dall’UE bando per progetti transnazionali sulle politiche comunitarie

La Commissione Europea ha pubblicato, nell’ambito del Programma Giustizia 2014-2020, un bando  per il sostegno a progetti transnazionali riguardanti almeno una delle seguenti priorità:

– Nuove sostanze psicoattive: supportare l’attuazione della normativa dell’UE in materia di nuove sostanze psicoattive, in particolare attraverso il miglioramento della capacità di individuare e valutare queste sostanze, la riduzione della disponibilità di sostanze dannose, il monitoraggio dell’entità e delle modalità del consumo di tali sostanze e la condivisione di migliori pratiche in materia di prevenzione;

– Best practices: scambio di best practices in materia di cooperazione tra le autorità pubbliche coinvolte nei servizi che si occupano di droga e la società civile, al fine di garantire una maggiore efficacia delle misure di prevenzione e di riduzione del danno nonché delle misure mirate alla reintegrazione e riabilitazione dei consumatori di stupefacenti, inclusi gli ex-detenuti, così come delle attività di prevenzione e riduzione del numero di reati legati alla droga;

– Società civilesostenere il coinvolgimento della società civile nell’attuazione degli obiettivi della  strategia UE antidroga 2013-2020     e delle azioni specifiche previste dal  Piano d’azione 2013-2016.

Attività finanziabili:
– raccolta di dati, sondaggi e attività di ricerca;
– attività di formazione;
– apprendimento reciproco, scambio di buone pratiche, cooperazione, compresa l’individuazione di best practices potenzialmente trasferibili ad altri Paesi;
– attività di diffusione e sensibilizzazione.

Possono presentare i progetti Enti pubblici, enti privati senza scopo di lucro stabiliti in uno degli Stati UE (escluso Danimarca e Regno Unito in quanto unici Paesi UE che non partecipano al programma “Giustizia”); il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali.

Il contributo comunitario non potrà essere superiore al 80% dei costi  del progetto e non potrà essere inferiore a 150.000 Euro.

La scadenza per la presentazione delle proposte (da presentare online tramite registrazione al portale UE Primamos) è fissata al  14 gennaio 2016.

Per maggiori informazioni, consultare la  pagina dedicata al Bando  sul portale della Commissione Europea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...