A Scuola di Open Coesione – Open Data, Monitoraggio Civico, Politiche di Coesione nelle scuole italiane

COME VENGONO SPESI I FONDI PUBBLICI SUL NOSTRO TERRITORIO? CHE TIPO DI PROGETTI VENGONO FINANZIATI? COME AGISCONO DAVVERO PER MIGLIORARLO?

A Scuola di OpenCoesione[ASOC] è una sfida didattica e civica rivolta a studenti e docenti di istituti secondari di secondo grado: partendo dall’analisi di informazioni e dati in formato aperto pubblicati sul portale OpenCoesione, abilita gli studenti a scoprire come i fondi pubblici vengono spesi sul proprio territorio e a coinvolgere la cittadinanza nella verifica e nella discussione della loro efficacia.

Per il terzo anno anno consecutivo Europe Direct Pisa affianca due scuole superiori del territorio che partecipano al progetto ASOC. In particolare si tratta di:

1)  Classe III AII (Phoenix Team) dell’I.T.I.S. “G. Marconi” di Pontedera che segue il progetto ROBOTICA INDOSSABILE PERSONALIZZATA PER LA RIABILITAZIONE MOTORIA DELL’ARTO SUPERIORE NEI PAZIENTI NEUROLOGICI. Per vedere i report fatti dalla classe nelle prime due lezioni del percorso cliccare qui.

2)     Classe IV ATC (B.A.B.Y. – Be Aware Better Youths) dell’Ist. “Don Lazzeri – Stagi” di Pietrasanta che segue il progetto “COMUNITA’ A DIMENSIONE FAMILIARE PER MINORI DA 0 A 3 ANNI “FRANCESCO COLZI”. Per vedere i report fatti dalla classe nelle prime due lezioni del percorso cliccare qui. Vedi articolo sul quotidiano online Versilia Today ( http://www.versiliatoday.it/2017/02/23/open-data-day-listituto-don-lazzeri-stagi-scuola-open-coesione/)

COS’È A SCUOLA DI OPENCOESIONE?

A Scuola di OpenCoesione [ASOC] è un percorso innovativo di didattica interdisciplinare rivolto alle scuole secondarie di ogni tipo.

Il primo ciclo di sperimentazione si è svolto nell’anno 2013/2014 in 7 istituti di istruzione secondaria situati su tutto il territorio nazionale.

Per l’anno scolastico 2014/2015 il progetto ha coinvolto 86 scuole su tutto il territorio nazionale, per un totale di oltre 2.000 studenti e 90 insegnanti, con la collaborazione sul territorio di 30 Centri di informazione Europe Direct e oltre 50 Associazioni volontarie, selezionate come “Amici di A Scuola di OpenCoesione”.

I numeri di ASOC relativi all’anno scolastico 2015/2016 sono stati ancora più consistenti, a dimostrazione del grande successo dell’iniziativa: 120 classi o gruppi di classi su tutto il territorio nazionale, oltre 2.500 studenti e 150 docenti, 28 Centri Europe Direct e oltre 60 Associazioni “Amici di ASOC”.

Il percorso didattico di ASOC promuove principi di cittadinanza consapevole, sviluppando attività di monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici attraverso l’impiego di tecnologie di informazione e comunicazione e mediante l’uso dei dati in formato aperto (open data) per aiutare gli studenti a conoscere e comunicare in modo innovativo come le politiche di coesione, e quindi gli investimenti pubblici, intervengono nei luoghi dove vivono.

“A Scuola di OpenCoesione” è il risultato di un accordo tra il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica (oggi trasformato nell’Agenzia per la Coesione Territoriale e nel Dipartimento per le Politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri) e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), e beneficia inoltre di un protocollo d’intesa siglato con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, per il coinvolgimento della rete di centri di informazione Europe Direct a supporto delle scuole partecipanti. Attualmente ASOC è supportato dal Progetto finanziato dal Programma di Azione e Coesione Complementare al PON Governance e Assistenza Tecnica FESR 2007-2013.

COSA SI IMPARA CON A SCUOLA DI OPENCOESIONE?

ASOC unisce educazione civica, competenze digitali, statistiche e data journalism, nonché competenze trasversali quali sviluppo di senso critico, problem-solving, lavoro di gruppo e abilità interpersonali e comunicative, per produrre narrative d’impatto a partire dai dati sugli interventi finanziati dalle politiche di coesione (disponibili sul portale http://www.opencoesione.gov.it) che si integrano con i contenuti delle materie ordinarie di studio.

I gruppi di studenti partecipanti sono coinvolti in molteplici attività, che implicano l’apprendimento e l’impiego di tecniche di ricerca quantitativa e qualitativa sul proprio territorio, la produzione e l’analisi di dati e relative visualizzazioni interattive, l’uso di forme di comunicazione innovativa e la consapevolezza di norme, regole e modalità tecniche di pubblicazione dei risultati del proprio progetto in diverse forme cross-mediali, tra cui il blog del percorso ASOC.

Le attività previste dal percorso sono a carattere misto, combinando modalità asincrone tipiche dei MOOC (massive online open courses), momenti di facilitazione online con mentor e tutor di classe, passeggiate di monitoraggio civico anche utilizzando la innovativa piattaforma Monithon e partecipando ad incontri pubblici ed eventi tematici, come gli Open Data Days. Attraverso le attività, i ragazzi producono contenuti multimediali (anche utilizzando video, foto, testo scritto, etc.) sul loro territorio e su uno o più interventi finanziati dalla politiche di coesione; contribuiscono con report a raccontare le loro osservazioni e diffondere i dati che hanno raccolto sulla piattaforma Monithon.it e, tramite tecniche di storytelling, visualizzazione e comunicazione innovativa, raccontano storie di sviluppo territoriale.

I RICONOSCIMENTI

Il progetto ASOC è citato nel Piano Nazionale Scuola Digitale del MIUR come buon esempio di progetto di monitoraggio civico e data-journalism in grado di implementare l’uso attivo delle dinamiche tecnologiche e online.

ASOC, inoltre, ha ricevuto ampio risalto come best practice internazionale per l’utilizzo degli open data in ambito didattico nel volume “Open Data as Open Educational Resources”, pubblicato online da Open Knowledge – OKFN.

_______________________________________________________________________

I ragazzi sono giunti a metà del guado, ovvero alla terza lezione (Analizzare):  devono imparare tecniche di ricerca quantitativa e qualitativa, capire cosa sono gli open data e cercare dati inerenti al tema scelto, costruire un indicatore con i dati trovati, capire il workflow del data journalism. Per questa lezione le classi coinvolte sono inoltre invitate a coinvolgere un esperto di open data del loro territorio anche durante l’evento International Open Data Day che si svolge a livello internazionale il 4 marzo 2017.

Locandina Open Data Day  ITI Marconi (Pontedera)

Locandina Open Data Day Don Lazzeri-Stagi (Pietrasanta)

Una risposta a “A Scuola di Open Coesione – Open Data, Monitoraggio Civico, Politiche di Coesione nelle scuole italiane

  1. Pingback: Open data day. L'Istituto Don Lazzeri Stagi a scuola di Open Coesione - Comune Pietrasanta, Eventi Versiliatoday.it·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...