Industria, ambiente, investimenti e migrazione: questi i temi del SOTEU2017

“L’Europa ha di nuovo i venti a favore. Se non ne approfittiamo però, non andremo da nessuna parte.”

Juncker inizia così il suo Discorso sullo Stato dell’Unione, che ha avuto luogo ieri, 13 Settembre 2017. Si riscontra dunque positività e ottimismo nelle parole del Presidente che ha sottolineato come  la Commissione europea abbia adottato azioni concrete riguardanti gli scambi commerciali, il controllo degli investimenti, la cybersicurezza, il settore industriale, i dati e la democrazia. Dunque dopo la grave crisi economica l’Europa sta lentamente tornando a crescere e a investire, in particolar modo si rendono necessari interventi a sostegno dei giovani che da sempre sono una priorità nello sviluppo della politica europea.

“La nuova strategia di politica industriale presentata oggi intende aiutare le nostre industrie a rimanere o diventare leader mondiali dell’innovazione, della digitalizzazione e della decarbonizzazione.”

Pieno appoggio del Presidente al sostegno alle imprese che sono il cuore pulsante dei Paesi membri dell’Unione e che sono state gravemente colpite dalla crisi. In Italia, purtroppo, sono ancora molte le aziende in ginocchio a causa del terremoto in Emilia del 2012 e in Umbria, Marche e Abruzzo dello scorso anno.

“Di fronte al crollo delle ambizioni degli Stati Uniti, l’Europa farà in modo di rendere nuovamente grande il nostro pianeta. È patrimonio comune di tutta l’umanità.”

Anche il tema ambientale ha avuto un ampio spazio nel discorso del Presidente Juncker, che ha confermato pieno sostegno alla lotta contro il cambiamento climatico e la salvaguardia del nostro pianeta.

“Non posso parlare di migrazione senza rendere un omaggio sentito all’Italia per il suo nobile e indefesso operato. (…) L’Italia sta salvando l’onore dell’Europa nel Mediterraneo.”

Juncker ringrazia l’Italia per il ruolo che sta svolgendo in materia di immigrazione e conferma il suo impegno per sostenere i paesi che geograficamente si trovano in prima linea nell’accoglienza di richiedenti asilo. Il Presidente si è detto inoltre molto fiero dell’azione continua ed efficiente del Corpo Europeo di Solidarietà, i cui volontari sono prevalentemente giovani ragazzi.

QUI le schede per un approfondimento sui temi trattati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...